italy   eng    

DIPLOMA SUPLEMENT LABEL

Modello di esempio del diploma supplement che ABAMC rilascia dal 2009 automaticamente e gr...

chiudi
DIDATTICA/ELENCO COMPLETO DEI CORSI/SCHEDA DEL CORSO
Disciplina:
Storia della televisione (fenomenologia dei media)
DOCENTE Lucrezia Ercoli
CONTATTI lucrezia.ercoli@gmail.com
  • Frequenza: Obbligatoria
  • Durata: 50 ore (4 crediti)
Obiettivi
Le diverse parti del corso prevedono che la formula della lezione frontale si alterni alla pratica laboratoriale. Si utilizzeranno supporti tecnologici diversi: dalla proiezione audio-visiva all'interazione diretta con internet e social network.
La didattica è improntata all'orizzontalità con un approccio partecipativo che prevede differenti metodologie di apprendimento. Agli studenti verrà proposta una partecipazione attiva con la presentazione di elaborati video-grafici (realizzati singolarmente o in gruppo) che reinterpretino in chiave visiva i temi del primo modulo istituzionale (con approfondimento di particolari format o generi televisivi) e del secondo dedicato alle serie televisive (con la scelta di un case studies, una fiction specifica di cui produrre un'analisi estetico-filosofica).
146 - 232 - 146 - 224 - 224 - 146 -
Programma
Il Corso “Storia della televisione e dello spettacolo televisivo” si dividerà in due moduli:

I MODULO: “Storia e teoria del mezzo televisivo”

Il primo modulo è dedicato alla conoscenza di base della storia e della teoria del mezzo televisivo:
- Le tappe principali della storia della televisione italiana e della televisione internazionale tra continuità e differenze;
- I nodi teorici della critica televisiva contemporanea: limiti e potenzialità del mezzo televisivo con le nuove forme di comunicazione di massa;
- I generi televisivi (fiction, intrattenimento, informazione, educazione) e format italiani e stranieri che esprimono maggiormente peculiarità della comunicazione televisiva;
- Il processo di ideazione e realizzazione di un format televisivo: ruoli e competenze dal momento ideativo alla fase post produzione;
- Il modello televisivo nel mondo digitale: dalla stagione storica del broadcasting televisivo analogico alla digitalizzazione del sistema dei media (web-tv, webcam, web-series, streaming, video sharing).

II MODULO: “Estetica della serialità televisiva”

Il secondo modulo si concentra sull'analisi del genere specifico della fiction quale massima espressione artistica del mezzo espressivo televisivo:
- La nascita della serie tv: storia ed evoluzione di un genere popolare di massa;
- Le principali caratteristiche narratologiche ed estetiche della fiction contemporanea;
- I diversi approcci disciplinari dell'analisi critica della serialità televisiva;
- L'analisi estetico-filosofica come approccio innovativo alla fiction come “opera d'arte aperta” produttrice di “mondi possibili”;
- Case studies: analisi di un episodio/stagione/opera paradigmatico evidenziandone le sue implicazioni etiche, estetiche, filosofiche, sociali e politiche.
147 - 148 - 224 - 147 - 148 - 232 - 224 - 224 - 224 - 147 - 224 - 148 - 146 - 146 - 224 - 146 - 147 - 146 - 148 - 147 - 148 -
Testi di Riferimento
La bibliografia di riferimento sarà fornita durante il corso delle lezioni. Il testo propedeutico consigliato è A. GRASSO, Prima lezione sulla televisione, ?Laterza, Roma-Bari 2011.
224 - 232 -
Modalità di Accertamento finale
Per i frequentanti, le presentazioni degli elaborati-video saranno sostitutive di una parte della bibliografia dell'esame finale. L'esame finale consisterà di un colloquio orale sui temi del corso e i testi della bibliografia del corso e sarà finalizzato a valutare la comprensione critica e riorganizzazione autonoma dei contenuti appresi dimostrando di saper applicare le categorie e le prospettive d'analisi teoriche discusse nel corso a casi specifici di studio.
224 - 224 -
Anni di ABAMC
46
Corsi
per l'A.A. 2016/2017
24
Docenti
Attivi nel A.A. 2017/2018
126
Honoris
Accademici
23
Premi
vinti nell'anno 2017
12
Eventi
e conferenze nel 2017
31
Collaborazioni
attive nel'A.A. 2015/'16
21