italy   eng    

DIPLOMA SUPLEMENT LABEL

Modello di esempio del diploma supplement che ABAMC rilascia dal 2009 automaticamente e gr...

chiudi
Mimmo Jodice Accademico Onorario
Registrati alla mailing list


MIMMO JODICE
Laurea Honoris Causa e Premio Svoboda
Giovedì 11 febbraio 2016
Aula Svoboda, ore 10

 

SCARICA MATERIALE STAMPA



Ha segnato la storia della fotografia italiana con lavori come Vedute di Napoli e Mediterraneo e le sue opere hanno fatto il giro del mondo, esposte da Tokyo a New York. L’11 febbraio alle 10 Mimmo Jodice sarà l’ospite d’onore per l’inaugurazione del 43esimo anno accademico dell’Accademia di Belle Arti di Macerata. Classe 1934, fotografo d’avanguardia e protagonista instancabile del dibattito culturale internazionale, Jodice riceverà per l’occasione la laurea honoris causa e il prestigioso Premio Svoboda al talento artistico e creativo.
«All'intellettuale totale che ha saputo trasformare il linguaggio fotografico in pratica critica e in cifra poetica. Alla curiosità dell'uomo che ha attraversato con eleganza il mondo della vita e delle mille meraviglie che la riguardano in tutte le sue varie declinazioni. Al fotografo che, con la sua sensibilità, ha coniugato il percorso estetico a un discorso metalinguistico sempre aperto a riflessioni pungenti sul presente e sul passato, sempre attento a descrivere l'emozione dell'istante, sempre pronto a trasformare lo scatto fotografico in un incantesimo dello sguardo», si legge nelle motivazioni del titolo onorifico. Ospiti d’eccezione anche Pierpaolo Forte e Andrea Villani, rispettivamente presidente e direttore del museo Madre di Napoli, città natale di Jodice. «Ogni anno dedichiamo l’honoris causa pensando a un dipartimento in particolare, quest’anno è stato il turno di Fotografia – spiega la direttrice di Abamc Paola Taddei – Avremo l’onore di ospitare Mimmo Jodice per due giorni a Macerata». Soddisfatta Taddei per un appuntamento che «segna una fase di espansione per l’Accademia. Sia per gli iscritti, in aumento, sia per l’imminente trasloco a palazzo Galeotti e per i lavori che inizieranno nella ex caserma dei vigili di via Gramsci». Con lei anche il docente dell’Accademia Antonello Tolve, che ha spiegato che quest’anno mancherà una mostra nella galleria dell’Accademia, Gabamc, dedicata all’ospite d’onore perché «tra poco il Madre di Napoli dedicherà una grande retrospettiva a Jodice, nella sua città natale». Tolve racconta la fotografia di Jodice come «analisi costante del presente e nostalgia del futuro, in un dialogo tra realtà e rappresentazione che nella produzione matura del fotografo si trasforma in poesia dell’immagine». Ad aprire la giornata in aula Svoboda giovedì 11 febbraio, alle 10, sarà il presidente di Abamc Evio Hermas Ercoli. A seguire l’intervento della direttrice Paola Taddei e del presidente del museo Madre di Napoli Pierpaolo Forte. La lectio magistralis di Mimmo Jodice sarà introdotta dalla laudatio del direttore del museo Madre, Andrea Villani.

*** L'Accademia è lieta di informare che il Museo Madre di Napoli sta lavorando ad una importante personale di Mimmo Jodice, Si tratta della più ampia retrospettiva dedicata all’artista che presenterà, in un percorso appositamente concepito per gli spazi del museo MADRE, più di cento opere, dalle seminali sperimentazioni sul linguaggio fotografico degli anni Sessanta e Settanta ad una nuova serie (Attese, 2015) realizzata dall’artista in occasione di questa mostra.

INFO
www.abamc.it / tel +39 0733 405111
PROGRAMMA

MIMMO JODICE

ORE 10:00
Saluto delle autorità

Saluto del Presidente ABAMC
Prof. Evio Hermas Ercoli

Intervento inaugurale del Direttore ABAMC
prof.ssa Paola Taddei

Saluto del Presidente del MADRE
prof. Pierpaolo Forte

Laudatio
Andrea Viliani
Direttore MADRE

Lectio Magistralis
MIMMO JODICE

Conferimento del
Premio Svoboda
al talento Artistico e Creativo

Titolo di Accademico Onorario


BIOGRAFIA DELL'ARTISTA


MIMMO JODICE è uno dei grandi fotografi della storia della fotografia italiana. Vive a Napoli dove è nato nel 1934. Fotografo di avanguardia si dagli anni sessanta, attento alle sperimentazioni ed alle possibilità espressive possibilità espressive del linguaggio fotografico, è stato protagonista instancabile nel dibattito culturale che ha portato alla crescita e successivamente alla affermazione della fotografia italiana anche in campo internazionale.
Nel 1980 pubblica VEDUTE DI NAPOLI che segna una svolta nel suo linguaggio e contribuisce a fornire una nuova visione del paesaggio urbano e dell’architettura. Nel 1981 partecipa alla mostra EXPRESSION OF HUMAN CONDITION, curata da Van Deren Coke, al San Francisco Museum of Art con Diana Arbus, Larry Clark, William Klein, Lisette Model. Nel 1985 inizia una lunga ed approfondita ricerca sul mito del Mediterraneo. Il risultato è un libro MEDITERRANEO, pubblicato da Aperture, New York, e una mostra al Philadelphia Museum of Art.
Sue mostre personali sono state presentate nei seguenti Musei: New York, Memorial Federal Hall,1985; Pechino, Archivi Imperiali, 1994; Philadelphia Museum of Art, 1995; Kunstmuseum Dusseldorf, 1996; Maison Européenne de la Photographie, 1998, Paris; Palazzo Ducale di Mantova, 1998; Museo di Capodimonte, Napoli 1998; The Cleveland Museum of Art, Cleveland 1999; Galleria Nazionale di Arte Moderna, Roma 2000; Castello di Rivoli, Torino 2000; Galleria d’Arte Moderna, Torino 2000; MassArt, Boston 2001; Wakayama, Museum of Modern Art, Japan 2004, The Museum of Photography, Moscow 2004; MASP – Museu de Arte de Sao Paulo 2004; MART – Museo di Arte Moderna e Contemporanea di Trento e Rovereto 2004; Istituto Italiano di Cultura, Tokyo 2006, Galleria d’Arte Moderna, Bologna 2006; Galleria d’Arte Moderna, Bologna 2006; Spazio Forma, Milano 2007, Museo di Capodimonte, Napoli 2008, Palazzo delle Esposizioni, Roma 2010, M E P Maison Européenne de la Photographie, Parigi 2010.
Nel 2003 l’Accademia dei Lincei gli ha conferito il prestigioso Premio Antonio Feltrinelli per la prima volta dato alla Fotografia. Sempre nel 2003 il suo nome è stato inserito nell’Enciclopedia Treccani. Nel 2006 l’Università degli Studi Federico II di Napoli gli conferisce la Laurea Honoris Causa in Architettura

Categorie Ufficio Stampa
Anni di ABAMC
46
Corsi
per l'A.A. 2016/2017
24
Docenti
Attivi nel A.A. 2017/2018
126
Honoris
Accademici
23
Premi
vinti nell'anno 2017
12
Eventi
e conferenze nel 2017
31
Collaborazioni
attive nel'A.A. 2015/'16
21