Anatomia artistica (P-D)

Docente: Teresa Marasca
  • Frequenza: Obbligatoria
  • Tipologia: Teorico Pratico
  • Durata (ore): 100
  • Crediti Formativi: 8
  • Livello: Triennio
OBIETTIVI

fornire strumenti utili alla fruizione ed alla produzione di opere artistiche nelle quali il corpo risulti elemento di studio della comunicazione artistica. 

PROGRAMMA

Per secoli il corpo è stato oggetto privilegiato della rappresentazione artistica, è mostrato in ogni suo aspetto e l’artista vive la propria arte sulla propria pelle sia in pubblico, con le performance, che in forma privata, nei video e nelle fotografie. La messa in scena non riguarda solo il corpo, ma le sue funzioni più intime compresi il dolore fisico e le pratiche estreme di cui restano fotografie e video. 

Il corso di Anatomia artistica prevede un ciclo di lezioni teorico-pratiche che affrontano tematiche relative al corpo come oggetto e linguaggio dell’opera d’arte, attraverso le diverse forme artistiche quali la pittura, la scultura, l’installazione, la performance e la video art. Il corpo come simbolo, metafora, mezzo di comunicazione artistica, viene indagato attraverso una riflessione sui protagonisti più importanti che hanno usato il proprio corpo per creare arte. Attraverso l’utilizzo del video e della fotografia, verrà attuato un percorso che accompagnerà lo studente allo studio del corpo dell’artista sia come soggetto che come oggetto dell’opera d’arte. Tra le principali tematiche che verranno affrontate: 

- “L’arte racconta il corpo”; 

- mutazioni e metamorfosi: l’arte della rappresentazione del corpo e dell’immaginazione nel contemporaneo; 

- rappresentare il corpo. Arte e anatomia da Leonardo da Vinci alla contemporaneità; 

- Marina Abramovic: il corpo e la performance; 

- Vanessa Beecroft. Scultura vivente; 

- Luigi Ontani, la maschera, narcisismo, simulacro; 

- Robert Mapplethorpe: la fotografia alla ricerca della forma perfetta; 

- il Buto: l’anima può essere trasformata dal corpo o il corpo può trasformare l’anima? 

- immagine corporea e corpo sensoriale; 

- Studio Azzurro: spazio-spettatore-movimento; l’interazione tra il corpo dell’attore e lo spazio virtuale; il corpo vibrante e invisibile; 

- Marcel.lì Antúnez Roca. Il robot di carne, l’interfaccia e il linguaggio archetipo; 

- Matthew Barney: post-human, il corpo artificiale; 

- la morte nell’arte (Andres Serrano, Orlan ecc.); 

- Gunther Von Hagens: simbiosi tra anatomia e arte; 

- Giovanni Scagnoli, “Oltre il corpo”, “Dimora del tempo”; 

- William Kentridge; 

- Anish Kapoor; 

- Anselm Kiefer, nigredo, mitopoiesi, macrocosmo e microcosmo. 

Le tematiche saranno affrontate dagli studenti in attività laboratoriali finalizzate alla partecipazione di stage e mostre. 

TESTI DI RIFERIMENTO

S. O’Reilly, Il corpo nell’arte contemporanea, Einaudi 

U. Galimberti, Il corpo, Feltrinelli, Milano, 2003 

K. Clark, Il nudo, uno studio della forma ideale, Neri Pozza, Vicenza, 1995 

J. Hedgecoe, Fotografare il nudo, Mondatori, Milano, 1997 

W. A. Ewing, Il corpo, riproduzioni fotografiche del corpo umano, Logos, Modena, 1998 

F. Poli, Arte contemporanea, Electa 

F. Alfano Miglietti, Identità mutanti, dalla piega alla piaga: esseri delle contaminazioni contemporanee, Bruno Mondadori.

TESTI DI APPROFONDIMENTO 

Si consiglia la lettura dei seguenti testi: 

F. Rella, Ai confini del corpo, Feltrinelli, Milano, 2000 

G. Deleuze, Logica della sensazione, Francis Bacon, Quodlibet, Macerata, 1995 

A. Artaud, CsO: il corpo senz’organi, Eterotopie, 2003 

A. Caronia, Il corpo virtuale, F. Muzzio, Padova, 1996 

A. Negri Dellantonio, Fisiologia e psicologia delle sensazioni, La nuova Italia Scientifica, Roma, 1979 

P. Camporesi, Il sugo della vita. Simbolismo e magia del sangue, Garzanti, Milano, 1997 

A. De Souzenelle, Il Simbolismo del corpo umano, Servitium, Bergamo, 2001 

L. Vergine, Body art e storie, il corpo come linguaggio, Skira, Milano, 2000 

G. Salerno, Suoni del corpo. Segni del cuore. La danza del Buto fra Oriente e Occidente, Costa & Nolan, Milano, 1998 

AA.VV., Marina Abramovic, Performing Body, Charta, Milano, 1998 

D. Denegri, Conversazione con Marina Abramovic, catalogo della performance, Pisa, 1998 

AA.VV., Marina Abramovic, Charta, Milano, 2002 

G. Celant, Robert Mapplethorpe, Metafore del desiderio, catalogo della mostra, Firenze, Palazzo delle cento finestre, 1983 

G. Celant, Mapplethorpe, catalogo della mostra, Prato, Museo Pecci, 1993, Electa, Milano, 1992 

D. Morris, L’uomo e i suoi gesti, Mondadori, Milano, 2000 

AA.VV., Skin Deep- Il corpo come luogo del segno artistico, Skira, Milano, 2003 

P. Weiermair (a cura di), Il Nudo, fra ideale e realtà, Skira, Firenze, 2004 

Studio Azzurro, Ambienti sensibili. Esperienze tra interattività e narrazione, Electa, Milano, 1999 

MODALITA' DI ACCERTAMENTO FINALE

Si effettueranno n. 2 revisioni di cui una collettiva e un esame finale. L'esame finale consisterà nella presentazione degli elaborati, eseguiti durante il corso, con allegato un book fotografico e tesina di ricerca.



Offerta formativa

Sede Centrale
P.zza V.Veneto 5
62100 Macerata
T +39 0733 405150

Sede Operativa
Via Berardi, 6  
Macerata
T. +39 0733 405111

Aule distaccate 
Via Garibaldi 79/111
Macerata
T. +39 0733 405141

Aule distaccate 
Via Gramsci
Macerata
T. +39 0733 405142

I.R.M.
ex.conv. S.Giovanni
Montecassiano
T. +39 0733 405125

Biblioteca
P.zza V.Veneto 5
Macerata
T. +39 0733 405145

 

           
Contatti

Cookie Policy
Privacy policy

Copyright © ABAMC 2020 - Credits