Segreteria

Orari di apertura:
Lunedì - Mercoledì - Venerdì: dalle 11.00 alle 13.00 - Giovedì dalle 15.30 alle 17.30
Sede Segreteria:  Macerata - Piazza V.Veneto 5 (Piano Terra)

Responsabile sportello studenti

Sig. Massimo IURA
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Contatti telefonici dal lunerdì al venerdì  dalle 10 alle 12 
Segreteria Generale - Sig.ra G. Nerla - tel. 0733 405112 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Segreteria Studenti Sig. M. Iura - tel. 0733 405120  - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Tutor studenti - Sig.ra G. Perugini - tel. 0733 405152  - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Immatricolazioni

REQUISITI DI ACCESSO:

  1. curriculare: il possesso di un diploma di scuola secondaria superiore o di altro titolo conseguito anche all’estero, riconosciuto idoneo dall’Accademia nel rispetto degli accordi internazionali e della normativa vigente;
  2. di conoscenza: cultura generale e conoscenza della storia dell’arte, dell’informatica di base, della lingua inglese
  3. di attitudine: alla rappresentazione dal vero a mezzo del disegno e anche alla pratica del restauro per il corso in conservazione dei beni culturali.

TIPOLOGIA VERIFICA REQUISITI DI ACCESSO: Vedi Esame di ammissione

IMMATRICOLAZIONE E PAGAMENTO DELLA PRIMA RATA
L'iscrizione per l'anno accademico in corso va eseguita online a questo link entro e non oltre il 30 Ottobre comprensiva delle ricevute di pagamento della prima rata e i documenti come riportato sul modulo di iscrizione.

PAGAMENTI CON RITARDO  
I pagamenti ricevuti con ritardo sulle tempistiche indicate sono soggeti a mora di (50€ per ogni mese di ritardo)

Vai alla Modulistica per l'immatricolazione

 

Esame di ammissione

L’ esame di ammissione consiste in:

  • un test di idoneità la lingua inglese per l’acquisizione di 2 CFA curriculari;
  • un test di idoneità a risposta multipla per l’informatica di base per l’acquisizione di 2 CFA curriculari;
    la mancata acquisizione dell’ idoneità impegna lo studente a seguire il corso curriculare di recupero OFA.
  • un test a risposta multipla in storia dell’arte e cultura generale;
  • una prova pratica attitudinale di disegno dal vero;
    il mancato superamento del test e della prova attitudinale impegna lo studente a seguire i corsi di recupero relativi, ovvero la non ammissione ai corsi di diploma di primo livello, se è stato raggiunto il numero degli iscritti massimo consentito.
  • una prova attitudinale di pratica del ritocco (solo per chi intende iscriversi al corso in conservazione dei beni culturali) il mancato superamento della prova attitudinale comporta la non ammissione al corso in conservazione dei beni culturali.

ATTIVITÀ PROPEDEUTICHE di RECUPERO REQUISITI DI ACCESSO:
Corsi propedeutici di recupero requisiti di accesso in disegno dal vero e in storia dell’arte.


ATTIVITÀ PROPEDEUTICHE di RECUPERO OBBLIGHI FORMATIVI:
Corsi propedeutici di recupero per conseguimento dell’ idoneità in lingua inglese e in informatica di base.

Per la prima iscrizione è necessario compilare l'apposita modulistica e presentarla presso la segreteria studenti nei tempi utili pagando la dovuta rata della tassa di iscrizione.

Vai alla Modulistica per l'iscriverti all'esame di ammissione

 

Iscrizioni anni successivi al primo

ISCRIZIONE
Per l'iscrizione agli anni successivi al primo è sufficiente compilare l'apposita modulistica e presentarla presso la segreteria studenti nei tempi utili pagando la dovuta rata della tassa di iscrizione.

Scarica la modulistica per l'iscrizione

Per altre informazioni relative all'immatricolazione o all'iscrizione agli anni successivi al primo consultare la sezione delle domande frequenti

ISCRIZIONE/IMMATRICOLAZIONE E PAGAMENTO DELLA PRIMA RATA
L'iscrizione per l'anno accademico in corso va eseguita online a questo link entro e non oltre il 30 Ottobre comprensiva delle ricevute di pagamento della prima rata e i documenti come riportato sul modulo di iscrizione.

PAGAMENTI CON RITARDO  
I pagamenti ricevuti con ritardo sulle tempistiche indicate sono soggeti a mora di (50€ per ogni mese di ritardo)

ISCRIZIONE CON RISERVA PER GLI STUDENTI TESISTI
Gli studenti che discuteranno la tesi nelle sessioni di Dicembre o Febbraio devono presentare presso la segreteria studenti la domanda di iscrizione con riserva contestualmente alla domanda di prenotazione della tesi.


Vai alla Modulistica

Partecipazione a corsi come uditori

L'Accademia di Belle Arti di Macerata permette la partecipazione alle lezioni teoriche e pratiche di uno o più corsi disciplinari comprensive di tutte le iniziative di discussione e didattiche quali forum, seminari, workshop ed insegnamenti teorici.

Si dichiara per conoscenza che il percorso uditore non offre alcuna certificazione.

Per iscriversi e conoscere i costi va alla modulistica

Stage e tirocini
L'Accademia di Belle Arti di Macerata al fine di agevolare le esperienza professionali degli studenti, prevede all'interno dei piani di studio l'attività di stage da svolgere presso partner esterni o aziende che si offrono per l'accettazione di stagisti.

Prima di iniziare qualsiasi stage o tirocinio formativo con Ditte o Enti è indispensabile compilare la modulistica riguardante il progetto formativo con indicate date di inizio e fine, obiettivi da raggiungere relativamente all’attività svolta.

Questo è necessario per eseguire le dovute comunicazioni presso l'ispettorato del lavoro provinciale e per garantire la tutela per gli infortuni sul lavoro (INAIL).

Lo studente stagista/tirocinante deve essere seguito da un tutor assegnato dall'azienda ospitante e da un tutor interno all'accademia che ne certifichino la presenza in azienda e gli obiettivi formativi.

Prima di iniziare qualsiasi stage o tirocinio formativo con Ditte o Enti è indispensabile compilare IN DUPLICE COPIA la modulistica riguardante il progetto formativo con indicate date di inizio e fine, obiettivi da raggiungere relativamente all’attività svolta.
Regolamento tesi diploma di primo e secondo livello

Lo studente che deve svolgere l'esame finale di primo o secondo livello può scegliere un relatore tra i docenti presenti nel suo piano di studi con il quale deciderà l'argomento di tesi.

Per le sole sessioni di Dicembre e Febbraio lo studente dovrà presentare insieme alla prenotazione della tesi anche la domanda di iscrizione con riserva in modo da essere in regola per l'anno accademico in corso. (disponibile in modulistica)

L’ammissione alla discussione della tesi finale è subordinata all’effettivo superamento di tutti gli esami nella sessione precedente a quella della discussione della tesi. La consegna del modulo di prenotazione tesi va fatta 6 mesi prima della sessione di tesi scelta.

Vedi lo scadenziario per la presentazione dell'argomento di tesi per l'anno accademico in corso.

Un mese prima della sessione di tesi presentare in segreteria :

1. Domanda di ammissione alla discussione tesi
2. Nulla osta del relatore
3. Comunicazione nome del’eventuale correlatore (triennio/biennio)
4. Versamento oneri di gestione per esame diploma
5. Fotocopia del libretto di immatricolazione con i voti
6. Titoli opere artistiche triennio/ quadriennio biennio (foto che attesta elaborato tesi)
(in caso di cambiamento del titolare di cattedra, a seguito di trasferimento o altra motivazione, è necessario prendere gli opportuni contatti con il docente subentrato per la verifica degli elaborati )
7. Attestati degli stage di restauro (solo per beni culturali)
8. Attestati stage di tirocionio svolti (oltre a quelli previsti dal piano di studi)
9. Certificato riconoscimento crediti ECTS con Borsa studio Erasmus

Quindici giorni prima della sessione di tesi presentare in segreteria :

1. 2 copie elaborato scritto di tesi ( per gli atti della segreteria ) non rilegati con la spirale per facilitare l’archiviazione
- 1 copia per il relatore (secondo accordi personali)
- copie per i membri della commissione (da consegnare direttamente ai docenti interessati)
2. Foto o documentazione in copia attestante gli allegati (quadriennio 3 foto, triennio 1 foto ,dimensioni non superiori A4 ) sul retro : firma dell’autore, titolo dell’opera, corso di appartenenza )
3. Supporto multimediale (obbligatorio per TTCVM) in busta a sacco in p.v.c.con riportato il titolo dell’opera e la firma dell’autore

Regolamento tesi diploma accademico di terzo livello (PDF) 

Regolamento tesi diploma accademico di secondo livello (PDF)

Vai alla modulistica

Regolamento tesi corso quinquennale restauratori BB CC

REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DELL'ESAME FINALE ABILITANTE ALLA PROFESSIONE DI RESTAURATORE DI BENI CULTURALI DELLE SCUOLE DI RESTAURO DELLE ACCADEMIE DI BELLE ARTI ACCREDITATE


Modalità di svolgimento dell'esame finale al termine del quinquennio

L'esame finale dei corsi di formazione è organizzato in base a quanto stabilito dall'art. 6, comma 1, del D.M. 87/09:

Art. 6. Esame finale e diploma

1. L'esame finale dei corsi di formazione è organizzato dall'istituzione formativa ed è articolato in due prove, una di carattere applicativo, consistente in un intervento pratico-laboratoriale, ed una di carattere teorico-metodologico, consistente nella discussione di un elaborato scritto. Qualora la prima prova non venga superata, il candidato potrà ripetere l'esame nella sessione successiva.

La calendarizzazione, da definirsi su base nazionale, dell'esame finale per il conseguimento del Diploma Accademico di II livello in Restauro - DASLQ01, abilitante alla professione di "Restauratore di Beni Culturali", prevede due sessioni per anno: prima sessione, ottobre-novembre; seconda sessione, marzo-aprile.
La prova pratico-laboratoriale deve essere effettuata su manufatti corrispondenti al Profilo Formativo Professionalizzante (PFP) a cui risulta iscritto il candidato.
La prova teorico-metodologica, quando non verta sui medesimi contenuti della prima, deve comunque prevedere una specifica correlazione nei contenuti e deve comunque incentrarsi su temi ascrivibili ai settori del restauro e della conservazione.
Entrambe le prove non possono essere sostenute in forma congiunta da parte di due o più candidati, in quanto il lavoro deve presentare caratteristiche di unicità dal punto di vista del contenuto e riconoscibilità dell'intervento effettuato.
Nei casi in cui l'esame finale di candidati differenti verta sui medesimi manufatti – come, ad esempio, può avvenire nelle caso di interventi realizzati su manufatti di grandi dimensioni - i singoli lavori devono approfondire fasi e problematiche diverse e mantenere un carattere di originalità e riconoscibilità.

La prova pratico-laboratoriale ha carattere applicativo e consiste nella presentazione, corredata da immagini e su supporto informatico, di un intervento pratico di restauro realizzato dal candidato su Beni Culturali, ex art. 10 della Legge n. 42 del 2004 e succ. modifiche, riconducibili al PSP di appartenenza, con l'estensione anche alle opere d'arte contemporanea solo di proprietà pubblica se più recenti di 50 anni o il cui autore sia vivente[1].
Nello specifico la suddetta prova verte su un intervento di restauro realizzato dal candidato in tutte le sue fasi o in un progetto di restauro unitamente all'esecuzione pratica di saggi significativi e/o di alcune fasi fondamentali dell'intervento.

Gli interventi pratico-laboratoriali possono essere relativi:
a) interventi effettuati nell'ambito dell'attività didattica intra mœnia;
b) interventi realizzati nella ambito dell'attività di tirocinio e di cantiere-scuola previste nel corso quinquennale;
c) interventi realizzati presso istituzioni pubbliche o private altamente qualificate e convenzionate con l'Accademia presso cui lo studente si diploma.

Il relatore che segue il candidato nella predisposizione della prima prova deve essere un docente di discipline tecniche di restauro, in possesso dei requisiti ex art. 3, comma 1, del D.M. 87/2009.
La prova affronta principalmente argomenti di carattere tecnico e verte in prevalenza su operazioni di restauro eseguite dal candidato.
La commissione può formulare quesiti specifici e inerenti alle metodologie tecnico-operative presentate. In questa fase sono valutate le conoscenze e le capacità del candidato nell'affrontare un intervento di restauro in tutte le sue fasi.

La prova teorico-metodologica prevede, secondo la normativa vigente, la discussione di un elaborato scritto. Il suddetto elaborato deve avere carattere originale, di ricerca e di innovazione.

Nella discussione dell'elaborato scritto si trattano tutti gli aspetti di carattere metodologico, storico-artistico, archeologico o scientifico connessi al restauro. Poiché l'esame finale abilitante è suddiviso in due prove distinte ma di fatto è unico, per la seconda prova possono essere previsti ulteriori relatori a seconda delle specifiche discipline e professionalità coinvolte. In ogni caso la funzione di coordinamento spetta al relatore della prima prova, docente di restauro in possesso dei requisiti ex art. 3, comma 1, del D.M. 87/2009, appartenente al corpo docente dell'Accademia. Possono essere presenti anche correlatori, individuati in accordo con il relatore coordinatore, tra le professionalità esterne all'istituzione.

All'esame finale, costituito da entrambe le prove, sono attribuiti i 12 crediti formativi previsti dal piano di studi ed una votazione in decimi, che contribuisce a determinare il risultato finale del percorso di studi e di cui le istituzioni provvedono a rilasciare idonea certificazione.


Caratteristiche e requisiti dell'elaborato scritto

Tema e titolo della prova di carattere teorico-metodologico devono essere indicati nell'apposito modulo di richiesta dell'esame di diploma, da consegnare in segreteria almeno nove mesi prima della data prevista per la discussione (il modulo deve essere firmato dal relatore e dal/i correlatore/i).
L'argomento e il titolo della tesi sono concordati con il relatore coordinatore e/o i differenti relatori, in accordo con il correlatore.
L'elaborato scritto non può essere inferiore alle 160.000 battute e deve essere corredato da un congruo apparato iconografico e grafico, rimandi bibliografici in nota e bibliografia finale redatti secondo gli standard normalmente in uso nella ricerca di livello accademico.
L'elaborato scritto deve essere redatto, nella sua versione definitiva, in tre copie rilegate da presentare il giorno della discussione.
Una copia completa in formato digitale (PDF) deve essere consegnata in Segreteria Studenti almeno 15 giorni prima della seduta gli esami di diploma.

Le istituzioni rilasciano congiuntamente al Diploma finale anche il Diploma Supplement come prevede la norma.

 [1] Secondo il D. L. n. 42, il limite di rilevanza temporale delle cose da sottoporre a tutela dei 50 anni e dell'autore vivente che esclude le opere più recenti dalla tutela (art. 10, comma 5) non si applica in presenza di beni culturali di cui al comma 2 (raccolte di musei, pinacoteche, gallerie di enti pubblici, raccolte librarie pubbliche) nonché per quelli di cui alla lettera d) del comma 3, individuati in relazione alla storia politica, militare, letteraria ovvero espressione dell'identità e della storia delle istituzioni pubbliche.

- Regolamento Tesi Quinquennio Restauro (PDF)


Per Informazioni generali si prega di controllare la sezione domande frequenti per informazioni relative alle scadenze e ai costi si rimanda all'apposita sezione modulistica.



Sede Centrale
P.zza V.Veneto 5
62100 Macerata
T +39 0733 405150

Sede Operativa
Via Berardi, 6  
Macerata
T. +39 0733 405111

Aule distaccate 
Via Garibaldi 79/111
Macerata
T. +39 0733 405141

Aule distaccate 
Via Gramsci
Macerata
T. +39 0733 405142

I.R.M.
ex.conv. S.Giovanni
Montecassiano
T. +39 0733 405125

Biblioteca
P.zza V.Veneto 5
Macerata
T. +39 0733 405145

 

           
Contatti

Cookie Policy
Privacy policy

Copyright © ABAMC 2020 - Credits